immagine di Canossa

Compiano-Borzano

Nelle adiacenze di Compiano sono presenti alcuni nuclei rurali che posseggono interesse storico-culturale; essi sono distribuiti nel piano ed a mezza costa, in prossimità della confluenza del torrente Tassobbio nell'Enza; alcuni di questi nuclei rurali sono assimilabili alle cosiddette "Corti Rurali Appenniniche", caratterizzate da ampi portali d'ingresso con arco a tutto sesto che introducono ad uno spazio centrale murato, sovente sormontato da una massiccia casa a torre. In zona sono diffusi caratteristici loggiati con arco, sorretti da colonnine in pietra e laterizio, che si aprono a livello del primo piano di numerose abitazioni d'origine sei-settecentesca; uno di questi loggiati caratterizza anche l'edificio attualmente denominato "Osteria del Gallo", già vecchia Osteria presso il guado del Tassobbio.
La chiesa parrocchiale, d'impianto cinquecentesco e già esistente nel 1230, è visibile a breve distanza; essa reca evidente traccia di notevoli ristrutturazioni, che hanno modificato l'originario assetto architettonico-compositivo di probabile origine tardo-ottocentesca. Il fabbricato religioso attesta tuttavia la sua antica origine in virtù del suo orientamento, con asse disposto in direzione est-ovest, com'era in uso nelle costruzioni religiose medievali. Imboccando una carrozzabile in salita che si distacca dalla statale in prossimità della chiesa di Compiano, si raggiunge in breve la vicina corte rurale di Ca' Carli, che costituisce uno dei più interessanti esempi di queste tipologie edilizie della media Val d'Enza; è qui notabile l'ampio portale d'ingresso ed alcune pietre stimmate recanti incisioni e diciture sei-settecentesche.
A monte di Compiano è situata l'antica località di Borzano, raggiungibile tramite strada carrozzabile che si distacca dalla statale di fondovalle. È qui notabile la chiesa parrocchiale, d'origine medievale, che conserva un pregevole portale ad arco, interamente realizzato con conci d'arenaria, com'era in uso nel periodo romanico.
Sempre a Borzano si segnala l'antica "Casa Sozzi", che accorpa elementi costruttivi tardo medievali e seicenteschi; nelle immediate adiacenze rimane visibile, nel corpo di un fabbricato rurale, la traccia di una pregevole casa a torre quattrocentesca, riconoscibile per il caratteristico portale interno ornato da mensole concave.

Chiesa di S. Antonio a Compiano
La chiesa si trova discosta dall'abitato di Compiano. Un documento del 1233 indica che essa era un'antica cappella della Pieve di Bazzano. Secondo la tradizione locale questa chiesa sarebbe antica pertinenza di un Monastero di monache. Cronache del 1581 parlano dei lavori di costruzione della chiesa.
Nel 1691 essa fa parte del vicariato di Scurano. Pare che un tempo la chiesa si trovasse in luogo più alto, sulla vetta del monte al confine tra Compiano e Borzano e la riedificazione nella posizione attuale è dovuta alla sua rovina. L'edificio, al quale si accede per mezzo di alcuni gradini, è realizzato ad una sola piccola navata in volto. Presenta una facciata dalle forme classiche scandita da lesene e suddivisa in due parti da un'alta cornice.

Chiesa di S. Bartolomeo Apostolo a Borzano
La chiesa si trova su un rilievo sovrastante le "Case Papini". La tradizione vuole che essa derivi dallo smembramento della Parrocchia di Compiano. È nominata nel 1560 come filiale della Pieve di Bazzano.
La chiesa presenta un orientamento liturgico con semplice struttura in pietra. Sul prospetto sud sono murati due conci recanti il prima la data "1654.6.4" e l'altro una serie di simboli calligrafici. Sullo stesso prospetto si apre l'ingresso mentre sul fianco settentrionale rimane un antico portale tamponato.


Ultimo aggiornamento: 02/12/08