immagine di Canossa

Carazeto

È qui interessante percorrere il greto fluviale, caratterizzato da un fitto intreccio di rivoli secondari. La sponda sinistra è assai accidentata e mostra con evidenza le fitte stratificazioni di marne ed arenarie nelle quali il fiume si è lentamente scavato il percorso. Sullo sfondo, in direzione nord, troneggia lontana la torre di Rossenella, preceduta dal "Tempietto del Petrarca", il cui caratteristico profilo si staglia a metà versante. Notabile la rada vegetazione di greto, caratterizzata da specie igrofite, quali pioppi e salici; tra questi ultimi si segnalano i cosiddetti "salici da ceste", ampiamente utilizzati nel passato per realizzare i noti oggetti in "vimine", che sono tradizionali della Val d'Enza.
È anche interessante osservare i ciottoli fluviali, che costituiscono uno specchio della variegata complessità litologica dall'Appennino Emiliano: un ricercatore fortunato vi può anche rintracciare qualche bell'esemplare di "pietra paesina".


Ultimo aggiornamento: 02/12/08