immagine di Canossa

CASTELLO DI CANOSSA

L'antica rocca di Canossa eretta probabilmente nel corso del IX secolo, è situata sulla sommità di una guglia d'arenaria che sormonta il suggestivo anfiteatro calanchivo di Riverzana. Dall'antico fortilizio, reso celebre dal noto episodio della cosiddetta "umiliazione dell'Imperatore di Germania Enrico IV", qui avvenuta nel Gennaio 1077 (rievocata ogni anno la prima domenica di settembre a Ciano d'Enza), sopravvivono pochi ruderi.

L'originario edificio fortificato subì infatti, nel corso dei secoli, numerosi assalti, che distrussero il più antico impianto architettonico; i residui murari attualmente visibili, risalgono prevalentemente al tardo medioevo, epoca in cui il fortilizio fu ricostruito adattandolo a dimora signorile.

Rimane tuttavia notabile il vano dell'antica chiesa di S. Apollonio, che aveva anticamente rango abbaziale, nel quale sono visibili alcune colonnine in calcare veronese.

All'interno del locale del Museo Nazionale, realizzato all'interno di un fabbricato adiacente le vecchie pareti castellane, sono raccolti numerosi reperti recuperati in occasione delle campagne di scavo effettuatevi nella seconda metà del XIX secolo. Il reperto più significativo è costituito dal grande fonte battesimale romanico, che si conserva nel salone centrale: il manufatto, ricavato da un monolite d'arenaria, è riccamente ornato da intrecci, raffigurazioni simboliche, fasce ed altri elementi tipici del repertorio scultoreo medievale. Per raggiungere la sommità della Rocca occorre seguire un comodo sentiero che risale a tornanti il versante occidentale della rupe canossana, iniziando a breve distanza dal parcheggio; nelle giornate limpide è possibile osservare un vastissimo panorama che abbraccia a tutto campo il paesaggio circostante: verso nord si stagliano le cime innevate delle Alpi, in direzione sud, l'orizzonte è delimitato dai dolci profili delle più alte giogaie appenniniche; verso ovest si staglia invece la guglia ferrigna di Rossena, altra importante rocca del comprensorio canossano.

Da Canossa, proseguendo verso la valle del rio Campola, si giunge a Votigno, i cui caseggiati circondano una casa a torre; l'abitato ha assunto particolare interesse turistico poiché sede della "Casa del Tibet", Centro Culturale Internazionale, fondato nel Marzo 1990 sotto gli auspici del Dalai Lama.

Per informazioni:
Castello di Canossa
Tel./Fax 0522.877104
E-mail: info@castellodicanossa.it
Sito web:
www.castellodicanossa.it/



Ultimo aggiornamento: 27/08/10